Cronaca

Nello Ferraroni si è spento all’età di 80 anni all’ospedale di Reggio, dove era ricoverato a causa di una malattia. Imprenditore nel settore della meccanica agricola, era molto conosciuto anche per aver guidato per due mandati l’Api, l’associazione delle piccole e medie imprese.

Fu tra i fondatori e poi presidente della Cooperativa Costruzione Macchine Agricole, creata nel 1983 dagli ex dipendenti della Bertolini Macchine Agricole, in concordato: l’operazione, allora inedita e straordinaria, permise di rilevare le attività e salvare i posti di lavoro. Il nome di Ferraroni poi è legato a Yama Group: la cooperativa nel 1997 si fuse con la Yabe, società del gruppo Yama, creando uno dei maggiori costruttori italiani del settore, successivamente confluita in Emak.

Nel 2002 divenne presidente dell’Api. Da uomo di impresa seppe interpretare le esigenze delle aziende, negli anni immediatamente precedenti la crisi economica. Con lui, l’associazione crebbe fino a raggruppare più di 400 piccole e medie industrie. Nel 2008 passò il testimone a Cristina Carbognani, che, nell’esprime le condoglianze alla famiglia, ha voluto ricordare ‘la lungimiranza della scelta di volere una donna come suo successore, la prima che a Reggio avesse mai guidato una associazione datoriale’. Ferraroni fu anche membro del consiglio provinciale di Confocooperative, che oggi lo ricorda come un pioniere di una nuova imprenditoria cooperativa. Anche Unindustria Reggio Emilia esprime cordoglio per la scomparsa di Nello Ferraroni. ‘E’ stata una figura di riferimento del panorama economico reggiano – dice il presidente Mauro Severi -. Un uomo dotato di forti valori e animato da un profondo spirito associativo. Ferraroni ha anche lasciato il segno nella storia dell’imprenditoria locale come pioniere nel campo della meccanica reggiana’. Nunzio Dallari, presidente di Cna, a nome dell’associazione parla “di uno straordinario esempio di dedizione, passione, capacità e intuito imprenditoriale”.

I funerali di Nello Ferraroni si terranno venerdì, con partenza alle 8.45 dall’obitorio dell’Aricispedale Santa Maria Nuova.

Written by Sergio Rinaldi

Comments are closed.