SPORT

Comuni del Matese – Da giovedì prossimo 27 aprile e fino al 22 maggio saranno aperte le iscrizioni per partecipare ad uno degli eventi motoristici più attesi della nostra provincia, ovvero la quinta edizione del Rally del Matese che coincide anche con la terza del rally del Medio Volturno.

La due giorni è in piena fase di organizzazione con l’A.s.d. Matese Motorsport che si sta impegnando al massimo per eguagliare, e possibilmente superare, i successi registrati negli anni scorsi. Il percorso, allungato rispetto a quello della scorsa edizione, misurerà 374,86 chilometri mentre la prova speciale che si ripeterà per nove volte si svolgerà su un tracciato di 81 chilometri.

La partenza della tappa valevole sia per la Coppa Italia Rally 2017 che per il Campionato Regionale Rally 2017 è fissata per il 27 maggio alle 17.30 in piazza Salvo D’Acquisto a Pietravairano. La competizione terminerà nella serata successiva, quella di domenica 28 maggio, in Piazza della Vittoria a San Potito Sannitico, dove è prevista anche la premiazione.

Suggestivi ed immersi nella natura i paesaggi che i rallisti attraverseranno al volante delle loro vetture: il 27 maggio il percorso prevede il passaggio per Ciorlano e Fontegreca, con l’arrivo a Piedimonte Matese (Piazza Roma) previsto per le 21:04. Dallo stesso luogo si partirà il giorno successivo per attraversare Alife, Castello del Matese, San Gregorio Matese, Cusano Mutri (BN), Pietraroja (BN) e Gioia Sannitica, fino a giungere a San Potito Sannitico dove sarà decretato il vincitore.

Il campione della scorsa edizione Fabio Gianfico, napoletano ma legatissimo al Matese ed ai suoi abitanti, così commenta il percorso scelto per il 2017: “Parteciperò anche quest’anno, il percorso della scorsa edizione era bello e selettivo. Dalle prime indiscrezioni ho saputo che quello di quest’anno è ulteriormente cambiato ed è stato anche allungato. Dunque sarà ancora più interessante. Ho partecipato a tutte le edizioni del Rally del Matese. Mi sento a casa” ha continuato Gianfico “considerando che il mio navigatore è di Cusano Mutri e considerando che la persona che mi ha lanciato in questo mondo ed alla quale devo molto è Peppino Picariello, che era di Piedimonte Matese”.

Written by Sergio Rinaldi

Comments are closed.